matcha-mi-su


10 September 2013

 

Cartoline di viaggio (commestibili ovviamente!)

Ricevere qualcosa da un posto ‘lontano lontano’ regala la stessa emozione di leggere una cartolina (ormai peraltro rimpiazzata da foto filtrate con Instagram!), ma con il vantaggio di poterla apprezzare con/e in tutti i sensi!

E’ questo il caso di un pregiatissimo  Enishi-no-shiro matcha, che arriva direttamente dall’Ippodo Tea Co. store di Kyoto. Questo negozio si vanta di fornire la più alta qualità di tè verde giapponese da quasi tre secoli (pare anche all’Imperatore!). I loro tè vengono coltivati nei campi verdi di Kyoto e della zona circostante, che è rinomata per la produzione di tè verde della più alta qualità in Giappone, grazie al suo clima mite e il suo  terreno ricco di minerali.

In particolare, questo tipo di matcha ha un gusto rinfrescante e astringente, che lo rende più leggero rispetto ad altre varianti (ne hanno più di 50!) e, quindi, più adatto a preparazioni in cucina.

…Ecco ora potete capire il mio entusiasmo nell’aprire la confezione perfettamente avvolta da una carta di riso piegata a origami..perchè nulla qui è lasciato al caso!

……grazie Pecchi! Non potevi scegliere di meglio!

E se propio voi non avete un amico come il Pecchi (una vera rarità di questi tempi!) potete sempre ripiegare nello shop on line oppure, se siete di passaggio a New York, potete trovare tutti i loro prodotti nella loro nuovissima boutique.Con questo matcha superlativo ho scelto di preparare un matcha-mi-su (suona assolutamente giappo no?), una versione alternativa del classico tiramisu che trovo spesso nella lista dei dessert dei ristoranti di sushi, forse perchè gli italiani non riescono ad essere conquistati dai tradizionali dolci giapponesi tutti ‘jelly & red been paste’!

La ricetta, con qualche modifica, viene da un vecchio post di Babette…si sa che lei è sempre una blogger d’avanguardia!

 

Ingredienti per 4 monoporzioni

200 ml te` verde in foglie sencha

2 uova

6 cucchiai di zucchero di canna

400 g mascarpone

4 cucchiaini di matcha

1 confezione di savoiardi ( i Vicenzovo per me sono l’unica scelta possibile!)

 

Preparare il tè in foglie per il tempo previsto, filtratelo e quindi raffreddarlo. Separare i tuorli e gli albumi. Montare i tuorli con lo zucchero a bagnomaria, in modo che incorporino più aria. Raffreddare e unire il mascarpone a cucchiai senza far formare grumi. Montare gli albumi a neve fermissima e incorporli  alla crema di tuorli e mascarpone con un movimento dal basso verso l’alto per non smontare il tutto. Prendete dei bicchieri o  delle ciotoline monoporzione in vetro trasparente (l’effetto del verde è davvero carino!) e  intingere velocemente i savoiardi nel tè ormai freddo. Fare un primo strato, poi  aggungere un cucchiaio abbondante di crema e spolverare con del matcha (con un colino a maglie fitte). Proseguire alternando gli strati fino a riempire il contenitore.

 

 



Questo post è stato pubblicato nella categoria dolci al cucchiaio. Segui i commenti con questo RSS. Lascia un commento o un Trackback URL.

1 Trackbacks/Pingbacks

  1. Trackback: mac eyeshadow scene 130344.asp on 19 November 2014

1 Commenti

  1. Internet Page
    20 September 2014 - 00:36:32

    Admiring the commitment you put into your blog and
    detailed information you present. It’s good to come across a
    blog every once in a while that isn’t the same out of date rehashed material.
    Fantastic read! I’ve saved your site and I’m adding your RSS feeds
    to my Google account.

Lascia un commento

 

RSS blog RSS comments Vai a italiano

  RICERCA  


  Archivio  







  Categorie